BAIL-IN IN VIGORE DAL 01/01/2016

bail in

 

Dal  01/01/2016  le operazioni di investimento che potranno essere oggetto di Bail in saranno :

1) Azioni
2) Obbligazioni subordinate
3) Obbligazioni e altre passività ammissibili
4) Depositi bancari sopra i 100.000 € di persone fisiche e imprese

La numerazione è in una logica rigorosamente gerarchica, in quanto le operazioni più rischiose come azioni e obbligazioni subordinate sono le prime utilizzate per coprire eventuali perdite. Solo dopo aver esaurito tutte le risorse della categoria più rischiosa si passa a quella successiva.
Se fino ad oggi hai fatto il bene della tua banca sottoscrivendo loro obbligazioni (punto 3 della lista) e hai iniziato a ricevere con cadenza trimestrale, semestrale o annuale interessi , come per magia quel titolo potrà essere convertito in azioni o ridotto nel valore. Questo succederà solo se le risorse degli azionisti e di coloro che hanno titoli subordinati (cioè più rischiosi) sono state insufficienti a coprire le perdite. Queste misure si applicano agli strumenti già emessi e già in possesso degli investitori anche se la completa applicazione del bail in è prevista solo a partire dal 01 gennaio 2016.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...